Bioenergie - Foreste - Clima
 

La bioenergia, prodotta da biomasse come legno e residui forestali, rappresenta una fonte energetica rinnovabile che svolge un ruolo cruciale nella mitigazione dei cambiamenti climatici. Le foreste, con la loro capacità di assorbire anidride carbonica (CO2) dall'atmosfera, fungono da serbatoi di carbonio, contribuendo a ridurre le concentrazioni di gas serra.

Quando la biomassa forestale viene utilizzata per la produzione di energia, il carbonio immagazzinato nel legno viene rilasciato sotto forma di CO2 durante la combustione. Tuttavia, se le foreste sono gestite in modo sostenibile, il ciclo del carbonio può rimanere bilanciato. Gli alberi abbattuti vengono sostituiti da nuove piantumazioni, che continuano a sequestrare CO2 durante la loro crescita.

Questo ciclo di crescita, raccolta e rigenerazione delle foreste può contribuire significativamente alla riduzione delle emissioni nette di CO2, in contrasto con l'uso di combustibili fossili che rilascia carbonio accumulato da milioni di anni, senza possibilità di ricaptazione nel breve termine.

Inoltre, l'utilizzo di bioenergia da foreste sostenibili può aiutare a ridurre la dipendenza dai combustibili fossili, promuovendo un'economia circolare e resiliente. Questo approccio integrato tra bioenergia e gestione forestale sostenibile è fondamentale per affrontare le sfide climatiche e garantire un futuro energetico più verde e sostenibile.

Progetto Fuoco 2024
evento internazionale sulla biomassa

De Luca Biomasse ha presenziato a Progetto Fuoco, prestigioso evento internazionale dedicato alle biomasse. La nostra presenza riflette il nostro impegno costante nell'essere al passo con le normative e le tendenze del settore, nonché nel promuovere una visione integrata tra le attività forestali, la produzione di energia e la tutela dell'ambiente.

In un mondo sempre più orientato verso fonti energetiche rinnovabili, è fondamentale comprendere il legame sinergico tra l'attività del bosco, la produzione di biomasse e la salvaguardia dell'ambiente. Siamo fermamente convinti che un approccio olistico e sostenibile sia essenziale per costruire un futuro energetico resiliente e rispettoso del nostro pianeta.

Nella foto in esposizione il nostro cippatore Pezzolato.

Che cos'è e a cosa serve il cippato ?

Il Cippato come Fonte di Combustibile per Energia e Riscaldamento

Il cippato è un biocombustibile solido composto da frammenti di legno sminuzzato, provenienti da scarti di lavorazione del legno, residui forestali o legname di foresta gestita in modo sostenibile. La De Luca Biomasse promuove il cippato come soluzione energetica versatile e sostenibile, ideale per la produzione di energia e il riscaldamento in contesti domestici e industriali.

Caratteristiche del Cippato:

Il cippato è caratterizzato da pezzi di legno di dimensioni variabili, che vanno da scaglie sottili a frammenti più consistenti. Questa eterogeneità favorisce una combustione uniforme e controllata, contribuendo a massimizzare l'efficienza energetica e a ridurre gli sprechi.

Impiego Domestico:

Riscaldamento Ambientale: Il cippato è utilizzato comunemente in stufe e caldaie progettate per la combustione di biomasse. Queste soluzioni offrono un riscaldamento uniforme degli ambienti domestici, garantendo comfort e sostenibilità.

Acqua Calda Sanitaria: Nel contesto domestico, il cippato può essere impiegato per la produzione di acqua calda sanitaria attraverso sistemi di riscaldamento ad acqua calda, contribuendo così a coprire più esigenze energetiche.

Impiego Industriale:

Produzione di Energia: Il cippato è ampiamente utilizzato nell'industria per la produzione di energia termica e elettrica. Le centrali termiche e gli impianti di cogenerazione sfruttano il cippato come risorsa rinnovabile, riducendo l'impatto ambientale e favorendo la diversificazione delle fonti energetiche.

Processi Industriali: Nei settori industriali che richiedono alte temperature, come la produzione di materiali ceramici o la lavorazione del legno, il cippato può essere impiegato come fonte di calore, sostituendo o integrando combustibili fossili.

Vantaggi del Cippato:

Rinnovabilità: Il cippato è prodotto da risorse rinnovabili, contribuendo alla riduzione della dipendenza dai combustibili fossili e alla mitigazione del cambiamento climatico.

Basso Impatto Ambientale: La produzione e la combustione del cippato generano basse emissioni di anidride carbonica, contribuendo a preservare la qualità dell'aria e a limitare l'impatto ambientale.

Gestione degli Scarti: L'utilizzo del cippato favorisce una gestione sostenibile dei residui del legno, riducendo la quantità di rifiuti e incentivando pratiche di riciclo.

In sintesi, il cippato emerge come una soluzione energetica flessibile e ecologica, sostenendo la transizione verso un futuro più sostenibile, sia a livello domestico che industriale. La De Luca Biomasse, offrendo il cippato tra i propri prodotti, si impegna a promuovere fonti di energia rinnovabile e a fornire soluzioni sostenibili per le esigenze di riscaldamento e produzione di energia

L'inverno non ci ferma

Il bosco vuole sempre attenzioni, specialmente quando si tratta del taglio legna. I nostri camionisti non si fermano nemmeno con la neve, dimostrando grande determinazione e professionalità. Qui, sul Passo Staulanza, mentre i camion sono in manovra, si può ammirare la maestosità del Monte Pelmo sullo sfondo. Questa vista mozzafiato è la testimonianza di un duro lavoro svolto in condizioni difficili, ma necessarie per garantire il rifornimento di legna e il benessere del bosco. I nostri camionisti sono veri eroi, pronti a sfidare qualsiasi elemento per svolgere il loro importante compito.

Fiera di S. Lucia 2023

De Luca risponde presente

La Fiera più importante del nostro territorio non poteva non vedere la presenza della De Luca Biomasse che per l'occasione ha portato in esposizione il cippatore ALL ROAD PEZZOLATO

La stagione umida non ci fa paura

Abbiamo voluto dotare la nostra azienda di un essiccatore, per poter offrire al cliente la possibilità di avere nella propria legnaia legna secca anche in periodi in cui ottenere l'essiccamento è più complicato a causa delle condizioni meteorologiche. 

Essiccatore

L'esiccatore è una cabina di grandi dimensioni, in cui la temperatura ed il grado di umidità consentono alla legna anche appena tagliata di essiccare portandosi al giusto punto di umidità.

Grazie al cippato

L'energia necessaria a produrre il calore utile all'essiccazione è generato dal cippato che noi stessi produciamo e che viene messo a disposizione del nostro cliente per l'acquisto

Da AIEL: impatto ambientale della biomassa

Dalle piante, indipendentemente dal fatto che la biomassa si decomponga, diventi cibo o sia bruciata, viene rilasciata sempre la stessa quantità di CO2 precedentemente assorbita. Per questo la biomassa viene considerata NEUTRA dal punto di vista della CO2. Con i combustibili fossili, invece, le cose non stanno così... poiché questi ogni anno immettono nell'atmosfera 8 miliardi di tonnellate di carbonio. Il ciclo naturale del carbonio è di 120 miliardi di tonnellate di carbonio. Se riuscissimo a utilizzarne solo il 5% per la bioenergia potremmo eliminare gradualmente carbone, petrolio e gas. In questo la GESTIONE DELLE FORESTE può aiutarci; infatti più del 40% della fotosintesi che avviene nel mondo ha luogo qui e rappresenta la nostra più importante fonte di energia rinnovabile. Gestendo le risorse boschive e la filiera del legname in modo sostenibile secondo il modello europeo il 10% del ciclo naturale del carbonio nelle foreste viene reso utilizzabile per l'uomo. Quando il legno viene raccolto, i rami più sottili e le radici restano in foresta, il legno di qualità inferiore viene destinato alla produzione di energia trasformato in trucioli o legna da ardere usati prevalentemente a livello regionale. Il legno industriale viene trasformato in polpa, cartone o carta ma il sottoprodotto della lavorazione genera ancora scarto legnoso con cui produrre energia rinnovabile. Il legno più pregiato, il cosiddetto legname da sega, viene trasformato in prodotti durevoli così il carbonio resta "intrappolato" a lungo nel legno. È questo il PRINCIPIO DI USO A CASCATA DEL LEGNO. Da ogni metro cubo di legno utilizzato nella produzione vengono ricavati da 6 a 10 m3 di prodotti secondari nelle segherie e nella filiera di lavorazione del legno. Tutto il legno che non si decompone restando inutilizzato può aiutarci a rimpiazzare i combustibili fossili, dannosi per il clima.

30 anni dall'acquisto dei muli. Serata commemorativa

Novità dal mondo aziendale nel settore dei Legnami e Biomassa

Oggi Treviso parla di noi

Articolo apparso su Oggi Treviso - Settembre 2023

Logo

ORARI DI APERTURA:

Lun - Ven dalle 8:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00

Sabato dalle 8:00 alle 12:00

Domenica chiuso

© Copyright. Tutti i diritti riservati. DE LUCA BIOMASSE S.r.l. p.i. e c.f. 05132290262 Capitale Sociale:  50.000,00 € I.V.

Abbiamo bisogno del vostro consenso per caricare le traduzioni

Per tradurre i contenuti del sito web utilizziamo un servizio di terze parti che potrebbe raccogliere dati sulla vostra attività. Si prega di rivedere i dettagli nell'informativa sulla privacy e accettare il servizio per vedere le traduzioni.